Consigli di Google su come migliorare il posizionamento del tuo sito a seguito di Core Update

Google ci ha finalmente fornito qualcosa a cui possiamo fare riferimento dopo che un aggiornamento di base ha un impatto negativo sul posizionamento di un sito nella ricerca di Google.

Google ha pubblicato consigli sugli aggiornamenti di base, gli aggiornamenti algoritmici del ranking di ricerca di base di Google. Google aggiorna il suo algoritmo di ranking di ricerca di base ogni pochi mesi circa, l’ultimo è stato l’ aggiornamento di base di giugno .

Il precedente consiglio di Google era che non c’è nulla che tu possa fare per riparare il tuo sito se vedi un calo delle classifiche di ricerca dopo un aggiornamento di base. Google ha raddoppiato questo consiglio in questo nuovo post sul blog, ma ha aggiunto alcuni consigli generali su cui dovresti concentrarti sui tuoi contenuti.

Niente da risolvere. Google ha ribadito che spesso non c’è nulla da correggere sul tuo sito dopo questi aggiornamenti fondamentali. “Sappiamo che quelli con siti che sperimentano drop cercheranno una soluzione e vogliamo assicurarci che non provino a riparare le cose sbagliate. Inoltre, potrebbe non esserci nulla da risolvere. “Google ha aggiunto:” Non c’è niente di sbagliato nelle pagine che potrebbero comportare meno bene in un aggiornamento di base. “

Quindi cosa è cambiato? La domanda quindi è: cosa è cambiato? Cosa devo fare per migliorare il posizionamento del mio sito su Google dopo un core update. Google ha affermato che ciò che è cambiato è il modo in cui i suoi sistemi valutano i contenuti in generale. Google ha fornito questo esempio sulle migliori valutazioni dei film:

“Un modo per pensare a come funziona un aggiornamento di base è immaginare di aver fatto un elenco dei 100 film migliori nel 2015. Qualche anno dopo, nel 2019, aggiorni l’elenco. Cambierà naturalmente. Alcuni film nuovi e meravigliosi mai esistiti prima saranno ora candidati per l’inclusione. Potresti anche rivalutare alcuni film e renderti conto che meritavano un posto più alto nella lista rispetto a prima. L’elenco cambierà e i film precedentemente in alto nell’elenco che si spostano verso il basso non sono male. Ci sono semplicemente altri film meritevoli che stanno arrivando prima di loro “, ha scritto Google.

Cosa posso fare? Gli ultimi consigli di Google sono simili ai consigli che ha dato nel 2011 sull’algoritmo Panda: “Ti consigliamo di concentrarti sull’assicurare che stai offrendo il miglior contenuto possibile. Questo è ciò che i nostri algoritmi cercano di premiare. “

La società ha offerto il seguente elenco di domande da considerare nella valutazione dei contenuti:

  • Il contenuto fornisce informazioni, rapporti, ricerche o analisi originali?
  • Il contenuto fornisce una descrizione sostanziale, completa o completa dell’argomento?
  • Il contenuto fornisce analisi approfondite o informazioni interessanti che sono al di là dell’ovvio?
  • Se il contenuto si basa su altre fonti, evita semplicemente di copiare o riscrivere quelle fonti e fornisce invece un valore aggiunto e originalità sostanziali?
  • Il titolo e / o il titolo della pagina forniscono un sommario descrittivo e utile del contenuto?
  • Il titolo e / o il titolo della pagina evitano di essere esagerati o scioccanti in natura?
  • È questo il tipo di pagina che desideri aggiungere ai segnalibri, condividere con un amico o consigliare?
  • Ti aspetteresti di vedere questo contenuto o a cui fa riferimento una rivista stampata, un’enciclopedia o un libro?

Domande sulla competenza .

  • Il contenuto presenta le informazioni in un modo che ti fa desiderare di fidarti di esse, come ad esempio un chiaro reperimento, prove dell’esperienza coinvolta, informazioni sull’autore o sul sito che le pubblica, ad esempio tramite collegamenti a una pagina dell’autore o Informazioni su un sito pagina?
  • Se effettuassi ricerche sul sito che produceva il contenuto, ti verrebbe l’impressione che sia ben attendibile o ampiamente riconosciuto come un’autorità sul suo argomento?
  • Questo contenuto è stato scritto da un esperto o un appassionato che dimostra chiaramente l’argomento?
  • Il contenuto è privo di errori di fatto facilmente verificabili?
  • Ti sentiresti a tuo agio nel fidarti di questi contenuti per questioni relative ai tuoi soldi o alla tua vita?

Domande di presentazione e produzione .

  • Il contenuto è libero da ortografia o problemi stilistici?
  • Il contenuto è stato prodotto bene o sembra sciatto o frettoloso?
  • Il contenuto è prodotto in serie o esternalizzato a un gran numero di creatori o diffuso su una vasta rete di siti, in modo che singole pagine o siti non ricevano la stessa attenzione o cura?
  • Il contenuto contiene un numero eccessivo di annunci che distraggono o interferiscono con il contenuto principale?
  • I contenuti vengono visualizzati bene per i dispositivi mobili se visualizzati su di essi?

Domande comparative .

  • Il contenuto fornisce un valore sostanziale rispetto ad altre pagine nei risultati di ricerca?
  • Il contenuto sembra servire gli interessi genuini dei visitatori del sito o sembra esistere solo da qualcuno che cerca di indovinare cosa potrebbe classificarsi bene nei motori di ricerca?

Linee guida per i rater della qualità e EAT. Come molti SEO hanno affermato negli ultimi due anni, dovresti leggere le linee guida per i quality rater della ricerca , che hanno spostato le posizioni e si sono concentrate sulle sezioni EAT. EAT sta per competenza, autorevolezza e affidabilità. “La lettura delle linee guida può aiutarti a valutare come stanno andando i tuoi contenuti dal punto di vista dell’EAT e i miglioramenti da considerare”, ha affermato Google.

Non una conferma di un aggiornamento. Questo post non sta confermando alcun nuovo aggiornamento. Google ha confermato l’ultimo aggiornamento di giugno, ma da allora le voci su altri aggiornamenti non sono state confermate da Google . “Ampli aggiornamenti core tendono ad avvenire ogni pochi mesi”, ha detto Google. “Stiamo costantemente aggiornando i nostri algoritmi di ricerca, inclusi aggiornamenti core più piccoli”, ha aggiunto Google. Quindi Google potrebbe aver apportato aggiornamenti ai precedenti aggiornamenti core, ma Google ha dichiarato: “Non li annunciamo perché non sono generalmente molto evidenti.” Ma la società ha riconosciuto, “tuttavia, quando rilasciati, possono causare contenuti a recuperare se i miglioramenti lo giustificano. “

Perché ci preoccupiamo. Ora abbiamo qualcosa che possiamo indicare a Google su come andare avanti dopo che il sito è stato influenzato in modo negativo dopo un aggiornamento di base di Google.

fonte SearchEngineLand

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *